Compensazione della previdenza in caso di divorzio

Progetto del Consiglio federale, FF 2013 4151; disegno di legge, FF 2013, 4221.

Le modifiche principali:

Momento della divisione: avvio della procedura di divorzio (non più al momento della sentenza); ciò potrebbe avere conseguenze sul calcolo del contributo di mantenimento tra coniugi durante la procedura (occorrerà tenere conto del fabbisogno previdenziale).

Possibilità di attribuire al coniuge che dopo il divorzio provvede alla cura dei figli comuni oltre la metà del capitale di libero passaggio (art. 124b).

Possibilità di attribuire all’altro coniuge una parte della rendita. In tal caso, la parte di rendita ceduta viene capitalizzata e poi riconvertita in rendita, tenendo conto della differente aspettativa di vita dell’altro coniuge (art. 124a).

In questo modo, la previdenza professionale potrà essere divisa anche nei casi in cui è già intervenuto un caso di assicurazione e secondo il diritto attuale è dovuta un’equa indennità – che spesso non può essere finanziata se non vi è altro patrimonio.

Questa voce è stata pubblicata in Famiglia vari. Contrassegna il permalink.